I tatuaggi sono un’importantissima forma di espressione artistica. E quando sei un ignorante vero, hai bisogno di dimostrarlo in modo indelebile all’universo intero. Abbiamo raccolto i tatuaggi più brutti, buon divertimento.

Il tatuaggio è arte, c’è poco da discutere. I gusti a riguardo sono estremamente soggettivi, quindi diventa complicato dare una definizione di “brutto”. O almeno era quello che pensavamo prima di vedere queste immagini, perché da quel momento in poi lo schifo è diventato ben evidente e distinguibile dalla normalità. Oltre al tatuaggio in se, è spettacolare osservare il decadimento della ragione di alcuni esseri umani in particolare. Mi può andare bene tutto, ma se decidi di tatuarti “CARMELA” sul collo, la ragazza con cui esci da 2 mesi, forse qualche domanda dovresti fartela prima di sdraiarti nel letto la sera. Forse, di peggio, c’è solo chi si tatua il proprio nome su un braccio. Non siamo ancora riusciti a coglierne il senso, probabilmente quando sei ubriaco marcio e non ricordi come ti chiami, è più comodo guardarti il braccio piuttosto che estrarre il codice fiscale.

Le ragazze meritano una menzione a parte. Salvo rare eccezioni, i tatuaggi saranno sempre: il simbolo dell’infinito, una bambina che tiene in mano un palloncino a forma di cuore, l’equazione di Dirack o come cazzo si chiama (quella dell’amore, per intenderci), delle rondini a caso. “Perché io non sono come altre”. Insomma, il mondo dei tatuaggi è fantastico, ma alcune “opere” possono essere universalmente riconosciute come “orrori su pelle“. Abbiamo fatto una raccolta delle immagini che uniscono l’inchiostro al cattivo gusto, per farvi vedere cosa si può combinare, in modo indelebile, sulla propria pelle. Eccovele servite mentre ci tatuiamo una zampa di cane sul petto:

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE (AKA CLICCA ORA, ALTRIMENTI DOVRAI TATUARTI IL NOME “CONCETTA” SOTTO L’ASCELLA): Rocky Potter, quando la stregoneria incontra i pugni che terminano vite.

Loading...