E’ esistito un periodo incantato in cui ti potevi dedicare solo a divertirti e a giocare con giochi e videogames insieme agli amici. Poi hai scoperto quella cosa orribile chiamata “vita reale”, ma oggi vogliamo farti sentire di nuovo bambino.

Essere bambini è qualcosa di meraviglioso. Siamo completamente autocentrati e ci sembra che tutto il mondo ruoti in funzione di noi stessi. Non si ha praticamente nessuna responsabilità, e tutto ciò a cui dobbiamo pensare è a giocare, divertirci ed essere felici. I nostri genitori ci donano amore incondizionato, e ci sentiamo veramente completi, senza il bisogno di avere qualcuno al fianco forzatamente per stare bene. Ovviamente stiamo parlando di un’infanzia mediamente normale, senza il bisogno che salti fuori il fenomeno a raccontarci che lui a 6 anni aveva già quattro figli a cui procurava da mangiare scuoiando alligatori nei fiumi. Era veramente tutto magnifico… poi un bel giorno scopri il sesso, gli alcolici e ti ritrovi a dover partecipare al più grande ricatto mai innestato dalla società: dover lavorare obbligatoriamente per garantirti la sopravvivenza.

Ma oggi tralasciamo questo argomento e facciamo un bel tuffo temporale indietro di parecchi anni. Ci sono stati dei giocattoli e dei videogames che hanno segnato l’infanzia di tutti noi, e che probabilmente ti faranno venire diverse fitte al cuore quando te li ritroverai davanti. Ah, mi raccomando, le fitte al cuore alla tua età sono pericolose, meglio farsi controllare da un cardiologo esperto e, nel caso, farti consigliare qualche pastiglia buona. Ecco la raccolta dei divertimenti che molto probabilmente hanno caratterizzato la tua infanzia, raccolti disperdendo lacrime un po’ ovunque:

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE (AKA CLICCA ORA, ALTRIMENTI DOVRAI SORBIRTI PER UN’ORA IL FENOMENO CHE TI RACCONTA CHE LUI A 8 ANNI GIOCAVA CON LA MOTOSEGA A TAGLIARE GLI ALBERI): Situazioni quotidiane senza senso che hai compiuto anche tu.

Loading...