logo2

Sono finiti i tempi in cui, negli alimenti, l’importante fosse che il sapore restasse decente a patto che rimanesse ridotto il contenuto di zuccheri. Come avrete sicuramente notato (dato che ormai è impossibile non farlo) l’isteria collettiva del momento è, senza dubbio, quella atta a demonizzare l’olio di palma. Vi proviamo a spiegare il perché.

Perché l’essere umano ha bisogno di avere sempre un nemico da combattere, ecco perché. Bon, adesso possiamo andarcene tutti a casa, sipario. E invece no, visto che abbiamo preparato per voi una malsana gallery contenente le più belle immagini, condite da commenti memorabili senza oli vegetali aggiunti, che nell’ultimo periodo abbiamo creato o raccattato in giro per i social proprio su questa tematica. Ma, per chi non avesse evidentemente vissuto su questo pianeta negli ultimi tre-quattro mesi a questa parte, proviamo prima a spiegare che cosa è successo.

8Chi ha un occhio più vigile di quelli degli urbani che arrestarono Alongi per due canne (5€… dai), avrà iniziato sicuramente a notare dall’inizio di questa estate come, in qualsiasi pubblicità relativa ai più disparati alimenti, iniziasse ad essere ben specificato che lo stesso non contenesse olio di palma, anche se magari il prodotto in questione non ne era mai stato provvisto o, peggio, ne avesse sempre contenuto senza che nessuno gridasse allo scandalo (ovviamente camuffato spesso nella dicitura “gassi vegetali“).

7La ragione di tutto questo è semplice: negli ultimi anni, in maniera sempre più insistente e per “colpa” soprattutto della risonanza mediatica fin troppo esagerata che è solo il web è in grado di amplificare, sono divenute sempre più insistenti notizie maligne nei confronti di questo olio che, in sostanza, parrebbe essere maligno per il sistema cardiovascolare, oltre che, per essere prodotto, aumentare i problemi ambientali con deforestazioni e colture di massa invasive per l’ambiente. Cose verissime, a quanto pare, ma demonizzate a tal punto da essere ormai allo stato attuale delle cose divenuta una vera e propria meme di se stessa.

biscotti

II PARTE

Continua con poca sobrietà a leggere la seconda parte dell’articolo, prima che le lame ricavate dagli scarti di lavorazione dell’olio di palma escano potenti!

CLICCA QUI O SUCCEDONO COSE BRUTTE!

Loading...