E’ affamato, ha la pancia arrogante e l’unica sua paura è quella di non trovare birre nel frigo. Vi abbiamo chiesto di dare un nome a questo surfista che si fa strada verso il buffet, e si è sollevato uno tsunami di commenti.

Un vero uomo riesce a farsi onore su qualunque tipo di tavola, che sia quella di un Lunedì sera che si è improvvisato Capodanno, o su quella utilizzata per cavalcare le onde che si infrangono nel mare. Quando ti trovi su una spiaggia e inizi a sentire odore di grigliata su un isolotto a 30km di distanza, grazie al tuo olfatto superiore, succedono cose incredibili. E’ così che intorno a Beppe si crea un’aura mistica che lo spinge a raggiungere l’isola nel modo più veloce possibile, cavalcando una tavola che si piega al suo volere e sfoggiando una panza da competizione che apre le acqua come Mosè ai tempi d’oro.

Come spiega in maniera confuso il famoso “Butterfly Effect“, ossia l’effetto farfalla, basta un piccolo battito di ali per causare un uragano dall’altra parte del mondo. L’effetto si applica perfettamente in questa situazione: la massa d’acqua generata dal passaggio dell’uomo ha creato tsunami sparsi su tutte le coste del Giappone. E non abbiamo neanche specificato dove si trovi l’uomo, ma uno tsunami in Giappone è comune come un uragano in Canada, quindi potrebbe teoricamente andare bene lo stesso come teoria. Ma quello creato dall’uomo non è l’unico tsunami che si è verificato. I commenti alla foto hanno, infatti, generato tantissima interazione. E noi li abbiamo coraggiosamente raccolti evitando che onde anomale si abbattessero su di noi. Eccoveli serviti guardando un paio di navi affondare all’orizzonte:

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE (AKA CLICCA ORA, PRIMA CHE UN AMERICANO BIONDO DAI CAPELLI LUNGHI SI IMMISCHI NELLA FACCENDA PER DARE CONSIGLI): Le memorabilità per celebrare la sacra birra.

Loading...