IgnorAnsa Logo

Nasce l’antologia della memorabilità espressa come commenti alle più strane, controverse, ignobili notizie che vengono giornalmente postate su Facebook. Nasce “IgnorAnsa Collection“.

Ogni mattina un giornalista si sveglia, e sa che dovrà scrivere un articolo poco sobrio, spesso sgrammaticato, prima che il capo redattore inveisca contro di lui. Ogni mattina un memorabile si sveglia, e sa che quell’articolo verrà scritto e, di conseguenza, dovrà essere più veloce di tutti per poterci partorire un commento degno.

Dopo aver raccolto, nel corso del tempo, centinaia testimonianze reali di articoli quantomeno bizzarri sulle più disparate notizie, dopo aver espresso memorabilità più che degna su ognuno di questi e dopo aver dimostrato che, nel caso ce ne fosse bisogno, il livello di giornalismo online in Italia rasenta spesso il ridicolo, abbiamo deciso che “IgnorAnsa” meritasse uno spazio in cui raccogliere di volta in volta il meglio della memorabilità creatasi in merito.

11037469_1568300820111305_3048163336857725458_n

IgnorAnsa, “la rubrica che cerca di spiegare perché c’è gente che fa giornalismo pur avendo le capacità di scrittura di una scimmia sotto anfetamine mentre voi siete disoccupati, rimanendo comunque con meno risposte delle richieste a mandare carote e rastrelli su farmville alle 5 di mattina”, è stata infatti la prima in assoluto a nascere su CM, nel tardo 2014. Da subito avevamo notato come, grazie anche a contenitori appositi come la pagina Ah ma non è lercio, che approfittiamo per ringraziare pubblicamente, fosse molto spesso facile che ad una notizia particolarmente curiosa si abbinasse un commento altrettanto

degno, a volte di memorabilità eccelsa. Senza andare troppo per le lunghe, siamo orgogliosi di dare vita a questa rubrica che andrà a ripescare con poca sobrietà il meglio di tutto ciò, pescando direttamente dai nostri marci archivi:

1) Il colpo di grazia, grazie a questa notizia, può da oggi avere un secondo significato:

8
2) Perdoname madre por mi vida l’oca:

77 2

3) “Padre nostro che sei sui treni,sia santificata la tua carrozza,sia fatta la tua stazione,come al nord cosi al sud,dacci oggi la nostra obliterazione quotidiana….

…e rimetti a noi i nostri biglietti, come noi li rimettiamo ai nostri obliteratori, e non ci indurre in abbonamenti, ma liberaci dai controllori, multAmen!!!”

12105845_1714366435504742_7631841272184821859_n
4)  Classico caso in cui sarebbe meglio arrestare il titolista.

N.B. (Nduja Borderline) – Appunto per i moralisti per l’immagine seguente: sappiamo che è un argomento che scotta, e che vi colpisce a caldo nell’animo. Sappiamo che arde in voi il desiderio di digitare compulsivamente “EEEH MA SE FOSSE STATO UN VOSTRO PARENTEH KOSA AVRESTE FATTOHH?!?!1!FATE PENAAA!1!1!” (con la k, che fa più metastasi); ma vi preghiamo, cercate di capire che qui facciamo ironia scottante su tutto, anche in temi ardenti come questo. Se la cosa non vi va, siete liberi di andarvene senza gettare benzina sul fuoco.

2

5) In un mondo giusto, un articolo come quello seguente può essere stato pubblicato solo da “Il fatto Quotidiano”

36) Eroe dei nostri tempi
157) Oggi lavora come maestro supremo di friendzone all’aeroporto di Catanzaro. 
23

8) “Spezzò il pane, le gambe del tavolo e di Giuda e disse ‘Prendete, queste sono le mie proteine offerte in sacrificio per voi”.

immagine3033

Bonus:

25

Pubblica il tuo commento memorabile