Schermata-2015-05-24-alle-18.06.14

Tempo fa, quando i social come Twitter erano in ascesa e nel contempo la Chiesa era più in calo delle comparizioni in tribunale di Roberto Carlino da quando gli hanno trovato uno spaccio di parrucchini illegale in Somalia, qualcuno in Vaticano venne illuminato dall’idea di portare al passo con i tempi l’ambito ecclesiastico, creando il profilo del Papa (allora Ratzinger) e lanciando un hashtag anche piuttosto cacofonico (#faiunadomandaalpapa). Tutto questo è stato creato con l’intenzione di permettere ai fedeli di rimanere in contatto continuo con il Santo Padre. Inutile dire che nel giro di un tempo che potremmo definire tra i 10 e i 23 millisecondi il tutto degenerò come una riunione di condominio con Olindo e Rosa Bazzi e un sacco di persone iniziarono a scrivere domande insulse e pregne di memorabilità. Casualmente pochi mesi dopo Ratzinger si dimise e oggi abbiamo un Papa argentino che da giovane ascoltava i Metallica e secondo noi qualche fink sottoaltare se la spacca ancora. Vi lasciamo alcune testimonianze di memorabilità che all’epoca furono raccolte.

x

1

3

2

 

Pubblica il tuo commento memorabile